Wurmgrube

Piccolo villaggio di 13 case sparse in un raggio di circa 100 × 100 metri, di cui 5 semicrollate e cadenti, usate con granai/capanni per gli attrezzi, e un grande essiccatoio per la preparare la carne secca. Ci sono anche 3 case isolate, fuori dal villaggio. 36 persone in tutto, di cui 12 abili a combattere.

Il villaggio è circondato da un fossato di 4 – 6 metri di larghezza, c’è un ponte levatoio dove si restringe (di fronte alla taverna, dove arriva il sentiero). L’economia di Wurmgrube è di sussistenza, campano anche vendendo vettovaglie ai minatori. C’è una taverna proprio perché Wurmgrube è l’ultimo villaggio (nel raggio di decine di meglia) prima delle montagne.

Famiglie del villaggio

  1. Famiglia Krastun: padre, madre, 4 figli (tutti maschi, 3 abili a combattere), vivono e lavorano nel mulino.
  2. Famiglia Tucken: i tre fratelli Tucken. Otto è il più giovane. Gli altri due sono entrambi vedovi, e hanno rispettivamente 2 figli maschi (uno abile per combattere) e una femmina (10).
  3. Famiglia Norken. Due nonni con 5 nipoti di 14 (m), 10 (f), 12 (m) e 18 (f) anni. Vengono dal Talabecland, sono profughi.
  4. Vedova Kniedster, con genitori ancora più vecchi. Povertà disperata.
  5. Famiglia di Djorken: padre, madre, vecchio padre di lei, 2 figlie (2 e 6)
  6. Taverna il marinaio scalzo; di fronte alla piazza del mercato: Urquell Treshafen e signora, oltre a 4 trovatelli che sfruttano come camerieri e sguatteri.
  7. Famiglia Djorken: padre, madre, sorella zitella di lui e un figlio maschio (abile a combattere)
  8. Toddlem Kniedster, figlio ribelle giovane di casa 4, che vive da solo in casa di proprietà che cade a pezzi.

Case isolate

  1. Casa di Lukas Proffer.
  2. La casa abbandonata maledetta nel folto della foresta. Ci viveva da solo un cugino dei Tucken, poi vi morì.
  3. Casa dei Meterschen.

Taverna il Marinaio Scalzo

Due piani più soffitta/granaio. Grande sala all’ingresso con camino nella parete tra salone e cucine, niente bancone. Lo spazio della sala occupa anche il secondo piano, a parte le scale che salgono su un soppalco con la ringhiera pericolante. Dal soppalco si accede all’unica camerata, che è sopra le cucine.

Nella taverna dimorano i pochi visitatori: soprattutto minatori e gente che parte per le montagne, intrattenitori che si trattengono più di un giorno per le feste, mercanti ambulanti, sacerdoti che vengono per officiare funerali o riti vari (pagati dalle famiglie).

Altri luoghi

Cimitero abbandonato di Mitruske

Wurmgrube

Merry adventures of the Imperial Wissenland Inquisition dottornomade